Il potere delle immagini

L’uomo scopre la realtà attraverso: immagini, suoni, sapori, odori e toccando cose. E’ proprio con i suoi 5 sensi, l’udito, il gusto, il tatto, l’olfatto e la vista, che l’essere umano riconosce ogni aspetto della realtà.

In questo articolo voglio giusto parlarvi del senso sviluppato attraverso gli occhi e del potere che esso ha se viene ben stimolato ai nostri scopi.

Secondo il dizionario “guardare” significa: esaminare, considerare con attenzione, mostrare interessamento, questo ci dimostra che anche con un semplice sguardo possiamo acquisire nuovi sostenitori, le nostre immagini devono però attirare l’attenzione di chi lo sguardo ce lo lancia.

Foto di Steve Mc Curry

Foto di Steve Mc Curry

Grazie al web, la scrittura e le immagini diventano un mezzo per “smuovere” l’animo delle persone: se vogliamo che un utente ritorni sul nostro sito, nella nostra campagna, dobbiamo attirare la sua attenzione. L’attenzione viene attirata quando l’immagine è emozionante, chiara, interessante, che valga la pena perdere quei 5 secondi di tempo per guardarla.

cane-randagio

Le regole d’oro da tenere in considerazione quando pubblichiamo una foto o un’immagine sono le seguenti:

1) Sai quanto tempo un navigatore rimane su una pagina web prima di cambiare? 5 secondi! Abbiamo quindi 5 secondi per attirare la sua attenzione… forse potranno sembrare pochi ma sono sufficienti per attirare un lettore con una semplice immagine. A questa attenzione però sarebbe utile legare anche una reazione emotiva.

2) Le persone che navigano in rete non hanno tempo, vanno di fretta. E’ importante quindi pubblicare immagini in linea con la mission dell’organizzazione non profit. Il lettore occasionale deve riuscire immediatamente ad identificare la foto alle attività o ai beneficiari della tua associazione.

3) C’è più possibilità che un utente si ricordi di un’immagine più che di uno scritto. Rifletti un po’: quando scorri le notizie di un quotidiano ti è mai capitato di soffermarti su un articolo esclusivamente perché la foto ha catturato la tua attenzione? A me spessissimo…

4) il nostro obiettivo è far diventare un navigatore occasionale un osservatore attivo e non il classico soggetto passivo. Cosa significa? Dopo aver visto un’immagine, se questa mi emoziona (come dovrebbe essere), il nostro utente coinvolto empaticamente, diventerà attivo!

Campagna di Greenpeace "Stop Trivelle"

Campagna di Greenpeace “Stop Trivelle”

Related Posts